Login      Registrazione
LE SMART CITIES IN VETTA ALLA CLASSIFICA SULLA QUALITÀ DELLA VITA

Secondo la classifica sulla qualità della vita stilata annualmente dal Sole 24 Ore, nel 2013 è Belluno la Provincia Veneta nella quale si vive meglio, che guadagna tre posizioni rispetto al 2012 e si pone al quarto posto tra le 107 province italiane. Treviso risulta invece seconda nella graduatoria regionale, piazzandosi al ventiseiesimo posto nella classifica generale e perdendo quattro posizioni rispetto all’anno precedente.

Nel Podio troviamo le città di Trento, Bolzano e Bologna. Questo il commento del Primo Cittadino trevigiano Giovanni Manildo: "Sono le città che hanno aderito al progetto Smart City, Trento e Bologna, a essere in vetta alla classifica. Si tratta per noi di una conferma della valenza del progetto con il quale ci siamo candidati alla guida della città di Treviso e nella direzione del quale lavoriamo ogni giorno. Chissà che nelle prossime edizioni al primo posto ci sia proprio la nostra città. Trento, che quest'anno è riuscita a rubare il primato a Bolzano, costituisce un modello virtuoso di città intelligente a cui Treviso vuole ispirarsi. In questi anni la città ha introdotto nuovi progetti di mobilità intelligente, un diverso tipo di dialogo con i cittadini fatto di ascolto e partecipazione, la riscoperta dell'offerta culturale attraverso sistemi tecnologici finalizzati alla promozione dell'immagine della città. Tutti esempi che trovano ampio riscontro nel nostro progetto di città".

"La crisi economica si è fatta sentire anche nel nostro territorio - ha dichiarato il Sindaco in merito alla discesa della città di Treviso nella classifica del Sole 24 Ore - La locomotiva del Nordest deve rimettersi in moto. C'è dunque un problema di riconversione del modello: guardare alla Smart City significa fare questo, rivedere le possibilità che un territorio ha da offrire, aprendosi a nuovi mercati capaci di offrire nuove opportunità di impiego".

Clicca qui per visualizzare la classifica completa

 

Stampa  
Copyright (c) Condizioni d'Uso    Dichiarazione per la Privacy Wizard